AFFASCINANTE scultura di una donna ŋuda che rappresenta la rinascita. Splendida! (clicca la foto)

Non è solo una statua quella della scultrice Paige Bradley ma il risultato di una storia avvincente e particolare. Paige Bradley, dice, quando si è trasferita a Manhattan aveva molte paure (critici, stampa e giudizi in generale) e sentendo parlare di molti colleghi che non sono riusciti, scomparendo da gallerie, musei, fiere d'arte e altro, per insegnare arte (nella migliore delle ipotesi), le paure sono diventate disperazione. Il suo istinto le diceva di abbattere le paure, lasciar crollare i muri che stava creando e di esporsi completamente ma non riusciva... Ecco che allora prese la scultura, che vedete in foto, fatta di mesi di lavoro e la getto a terra rompendola in svariati pezzi. Era proprio come il suo stato d'animo, in mille pezzi ma... proprio in quel momento pensò "cosa ho fatto? Ora devo rimettere insieme i pezzi e ricominciare". Fu così che venne l'idea di "Expansion" (nome dell'opera) e quindi rimise insieme i cocci, chiamò un esperto di illuminazione e il risultato è quello che vedete. L'originale è a New York ma si possono vedere delle copie (la scultrice dice che non riesce a stare dietro alle richieste) a Londra (UK) e a Palm Desert (California).





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

ANNUNCI PUBBLICITARI

Lettori fissi

Seguici anche su Google+ !!!

Cerca nel blog