LETTERA AL MIO MIGLIORE AMICO - Racconto struggente... ihihih. (clicca la foto)


Caro mio... gli amici si vedono nel momento del bisogno, vero, e tu ci sei sempre stato. D'inverno sei stato al freddo ma io ho cercato a mio modo di riscaldarti anche se sembrava che ti stessi voltando le spalle (ero costretto), d'estate sei sempre al caldo eppure hai sopportato anche il mio di calore pur di darmi un appoggio per i miei problemi... problemi interiori, problemi che nessuno può vedere ma che tu capisci e sai risolvere. Di stronzate ne ho fatte a pacchi... ma tu non ti sei mai defilato e anzi instancabilmente hai accettato tutto e non sei rimasto a pensarci e ripensarci facendolo diventare un peso ma in un attimo hai dimenticato e hai fatto scivolare via tutto. Quando la gente mi manda a cagare tu invece ci sei, quando bevo troppo o sto male per altri motivi, gli altri scappano schifati, tu invece vieni in mio soccorso. Quando tu non ci sei mi sento male, un peso dentro mi opprime e non mi fa vivere bene… potrei trovare una soluzione alternativa ma tu sei ineguagliabile, insostituibile. Quest'anno ti regalerò quel profumo alla lavanda che ti piace tanto, te lo meriti. (tratto dal best seller "Water: il mio miglior amico" di Enrico Paolo Cugnasco)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

ANNUNCI PUBBLICITARI

Lettori fissi

Seguici anche su Google+ !!!

Cerca nel blog